giovedì 11 gennaio 2018

VAL NOANA (TN): RIFUGIO FONTEGHI (m. 1.100) - RIFUGIO B. BOZ (m. 1.718)

In una giornata non certo solare e luminosa con Rino ci siamo avventurati in Val Noana per una ciaspolada. Si sale nella stretta Val Noana da Imer in Val di Primiero fino ad incrociare la strada che scende nella diga sottostante che forma il lago artificiale Noana. Qui si può lasciare l'automobile.
Dal parcheggio già con le ciaspole ai piedi si percorre la strada Piadochin fino a superare il lago artificiale oltre il quale si trova il Rifugio Fonteghi (m. 1.100). Da qui si prosegue lungo la stradina della Val Nagaoni (indicazioni Rif. B. Boz) che procede fino alla località Buse dove si inizia a salire per il sentiero n. 727.
Purtroppo arrivati in vista del Rifugio Bruno Boz (m. 1.718) non riusciamo a raggiungerlo a causa del pendio di neve ghiacciata non affrontabile con le ciaspole. Ritorniamo tranquillamente sui nostri passi e al termine della escursione i km percorsi sono 15 per un dislivello di quasi m. 700.


Il piccolo parcheggio dove si dirama la strada che scende verso la diga.

La strada Piadochin (n. 726) per il Rif. Fonteghi e a sinistra la strada che scende alla diga.


Il Lago artificiale Noana.





In vista del Rif. Fonteghi.

La Cappellina della Pace presso il Rif. Fonteghi (m. 1.100)


Rifugio Fonteghi (m. 1.100)





Verso la Val Nagaoni (n. 727)

Proseguiamo in mezzo al bosco per la stradina della Val Nagaoni che sale leggermente.

Il Rio Neva


La Val Nagaoni 




Davanti a noi il Monte Colsent (m. 2.021)






Il ponte che porta a località "Vaticano".




Le case di località "Buse".






Da località "Buse" si inizia a salire decisamente.


A sud il Monte Ramezza (m. 2.250)

Neve scivolata sul sentiero


Impronte di quadrupede, probabilmente di un capriolo.






Il monte Pavone (m. 2.335)




Il monte Neva (m. 2.228) del Gruppo del Cimonega.





Malga Neva "prima".






In prossimità del Rifugio Bruno Boz



Il Gruppo del Cimonega

Verso il Rif. Boz.


Monte Colsent (m. 2.021)

Il Monte Neva (m. 2.228)




Il Rifugio Bruno Boz (m. 1.718)



Ritornando sui nostri passi

Località Nevette

Scendendo verso la Valfonda.


Una piccola valanga lungo il sentiero







Ciò che resta del pasto di qualche animale. La zona è popolata da linci (o gatti delle nevi).



Una valanga di una certa dimensione.

Località Buse








Le case di località "Vaticano".



Le case di località "Vaticano".

















Località Vaticano.






Di nuovo al Rif. Fonteghi



Le profonde forre nel torrente Neva.



Ave o Maria: prega il tuo figlio Gesù per noi e per la pace.

La diga del Lago Noana

Nessun commento:

Posta un commento